HOME COME FUNZIONA PER  I DETENUTI
 

Le pene pecuniarie sono la multa, per i delitti, e l' ammenda per le contravvenzioni : esse sono eseguite nei modi stabiliti dalle leggi e dai regolamenti.

Quando è accertata la impossibilità di riscuotere la pena pecuniaria o di una rata di essa, il pubblico ministero trasmette gli atti al magistrato di sorveglianza competente per la conversione, il quale provvede previo accertamento dell' effettiva insolvibilità del condannato.  Se la pena è stata rateizzata, è convertita la parte non ancora pagata.

Le pene della multa e dell'ammenda non eseguite per insolvibilità del condannato si convertono nella libertà controllata per un periodo massimo, rispettivamente, di un anno e di sei mesi.

Nel caso in cui la pena pecuniaria da convertire non sia superiore a euro 516, la stessa può essere convertita, a richiesta del condannato, in lavoro sostitutivo.

Il ragguaglio ha luogo calcolando euro 12, o frazione di euro 12, di pena pecuniaria per un giorno di libertà controllata e euro 25, o frazione di euro 25, per un giorno di lavoro sostitutivo.

Il condannato può sempre far cessare la pena sostitutiva pagando la multa o l'ammenda, dedotta la somma corrispondente alla durata della libertà controllata scontata o del lavoro sostitutivo prestato.

In presenza di situazioni di insolvenza, il magistrato di sorveglianza può disporre la rateizzazione della pena, oppure può differire la conversione per un tempo non superiore a sei mesi. Alla scadenza del termine fissato, se lo stato di insolvenza perdura, è disposto un nuovo differimento, altrimenti è ordinata la conversione. 


HOME
COME FUNZIONA
PER  I DETENUTI
   
Site Map