HOME COME FUNZIONA PER  I DETENUTI
 

Con il termine "detenuto" si vuole indicare genericamente una persona che è ristretta in una struttura carceraria o equiparata.

Tuttavia l' ingresso può avvenire per diverse ragioni, in quanto la privazione della libertà, sempre disposta da un magistrato, può essere causata da diversi fattori.

Nel corso di indagini a carico di una o più persone il Pubblico Ministero (PM)  può chiedere una misura cautelare al Giudice per le indagini preliminari (GIP) pèrché - pur non essendo iniziato il processo - sussistono gravi indizi di colpevolezza ed il pericolo che gli  indagati possano inquinare le prove, darsi alla fuga o commettere altri reati della stessa specie  :  in questo caso quelle persone saranno incarcerate in attesa del processo.  Questi sono gli  indagati o imputati, i c.d. "giudicabili".   Queste persone possono essere scarcerate in ogni momento o possono essere assoggettate a misure meno gravose (ad es. l' obbligo di dimora o di presentazione alla polizia giudiziaria).

Se quella persona, poi, ha affrontato tutti e tre i gradi di giudizio e la sua sentenza di condanna è divenuta irrevocabile, essa va in carcere per scontare la sua pena.  Questi sono i condannati o, come si dice in gergo, i "definitivi" Queste persone non possono essere scarcerate se non prima dell' espiazione della loro pena, ma possono essere ammesse a misure alternative alla detenzione (ad es. la semilibertà).

Nelle strutture carcerarie ed equiparate, inoltre, sono detenute persone sottoposte alle misure di sicurezza che vengono applicate a determinate categorie di soggetti socialmente pericolosi (ad es. l' infermo psichico nell' ospedale giudiziario o il delinquente abituale nella casa di lavoro).  Questi sono gli internati.  

HOME
COME FUNZIONA
PER  I DETENUTI
   
Site Map